chi non ricorda il passato non avrà futuro

A buttar un occhio ai dati definitivi sui voti in Campania rastrellati dalla Lega (più di duecentocinquantamila voti nei tre collegi), non si può non pensare quanto sia corta la memoria degli italiani.
Il fatto che da quella compagine, per più di vent’anni, siano stati lanciati insulti e maledizioni contro quei “terroni” parassiti che vivono succhiando il sangue agli operosi padani è stato già dimenticato.
È bastato che indicasse un nuovo “nemico” su cui scaricare odio e frustrazioni e giù tutti a spellarsi le mani per applaudire le farneticazioni di Salvini.
Qualcuno, un po’ di tempo fa, ha detto che chi non ricorda il passato non avrà futuro. Qui siamo al non ricordare neanche quello che è successo ieri, del futuro meglio non parlarne.

{ 0 comments… add one }

Leave a Comment