ma forse…

La bella Shahrazād, per evitare che il sovrano Shāhrīyār — perfido e cornuto — infligesse anche a lei il trattamento che amava infliggere alle belle del regno (consumava ogni notte un rapporto sessuale con una giovane fanciulla, per poi farla giustiziare dai suoi sottoposti non appena sorto il sole della nuova giornata), dovette inventarsi mille e una favola per incantare il sultano — perfido e cornuto — e trascorrere immune هزار و یک شب (più o meno tre anni). Singolarissimo espediente. Ma forse, da che mondo è mondo, gli uomini raccontano (e scrivono) favole per allungare la vita un po’ di più e, sempre nella speranza di fregare un po’ la morte, ascoltano (e leggono) favole per ammazzare un po’ meno.

{ 0 comments… add one }

Leave a Comment

Next post:

Previous post: